"LA SOGLIA DELLA MORTE...MARCIARE NELLA LUCE"

 

Clemente Rebora e la Grande Guerra

 

SPETTACOLO TEATRALE

 

Attori: Enrico Tisi, Romano Panizza, Mattia Romani , Lia Torboli

Musiche originali eseguite dal vivo: Nicola Mittempergher

Realizzazione sagome ed animazione: Paola Camerone

Tecnico luci e audio: Enzo Mittempergher

Regia: Benedetta Conte

 

______________________________________________________________________________

 

 

Gli anni sono quelli della Grande Guerra che, con la sua azione devastatrice, ha coperto d’ombra un’intera generazione, segnando profondamente anche le successive e lasciando segni indelebili nei luoghi e nei cuori di chi quei territori vive.

 

Clemente Rebora, poeta e scrittore, vive in prima persona gli effetti deflagranti del conflitto, trovando la propria via di salvezza e riscatto nella Fede.

 

Attraverso i suoi scritti e le sue liriche, lo spettacolo dipinge il ritratto di una trasformazione umana dallo stordimento alla salvazione, dall’ombra alla luce, attraverso diversi linguaggi (teatro d’attore, video-proiezioni, musiche dal vivo, teatro delle ombre).

 

In una società umana che non impara dai propri errori e ripete continuamente la Storia, l’invito rivolto agli spettatori è quello di non dimenticare le barbarie della guerra, allertando cuore e sensi alle possibilità di salvezza che danno la compassione e la ricerca spirituale.”

 

_____________________________________________________________

www.reboranellaluce.it

 

per informazioni e/o comunicazioni : info@reboranellaluce.it

 

_______________________________________________________________________

 

VIDEO PROMO DELLO SPETTACOLO

Commedia dialettale in due atti brillantissimi

 

Maremma Maiala!

di Valerio Di Piramo

adattamento e traduzione dialettale Gruppo Teatrale "Prove de Teatro"

regia di Franco Kerschbaumer

 

 

In casa Marini ormai è l’ora di fare le valigie e partire verso l’agognata meta di vacanze, per poter finalmente concedersi il meritato riposo. E allora tutti pronti: tre…due…uno….VIA! NO! FERMI! Non si parte più! Ma…che succede? Mamma mia che notizia! E’ possibile rimediare a questa incresciosa situazione? Proviamo…ma si sa, quando il fato si accanisce ben difficilmente si riesce a fargli cambiare idea…specialmente in teatro…C’è un nonno vecchio stile, donnaiolo incallito, che ha imparato molto presto a convivere con la moderna tecnologia; ma c’è soprattutto la jella che sembra perseguitare tutti i componenti delle due famiglie coinvolte in questa vicenda. Il succo di tutto potrebbe essere “Fidarsi è bene, ma non fidarsi….”

 
 
____________________________________________

 

Commedia dialettale in tre atti

 

El Matrimoni...nel bona e nela cativa sort...!

di Alessandro Mario Paolelli

adattamento e traduzione dialettale Gruppo Teatrale "Prove de Teatro"

regia di Graziano Tomasoni

 

 

Sicuramente ognuno di voi sarà stato invitato ad un matrimonio almeno una volta nella vita. Avrà partecipato alla funzione in chiesa ed al banchetto. Si sarà preparato indossando il vestito migliore, con ore d’anticipo, per poi all’ultimo, a causa di un imprevisto, arrivare puntualmente in ritardo!

 

Fiori, bei vestiti, parenti, pettegolezzi, sorprese...Bene! Immaginatevi quindi un matrimonio, un bel matrimonio!

Ed ora immaginate una commedia, una bella commedia, divisa in tre parti.

 

Ora prendete la prima parte ed immaginate il matrimonio, in chiesa, visto dal lato della sposa: parenti, ex compagni di classe, amiche di svago e tempo libero...

 

Ora prendete la seconda parte ed immaginate lo stesso matrimonio, in chiesa, visto dal lato dei parenti dello sposo: conti, contesse, borghesi...

 

Ora agitate e mescolate il tutto, versatelo in un teatro e mettete in cima una parte a sorpresa che... beh, non si può rivelare come va a finire,no??? Cosa può accadere prima e dopo un matrimonio a cui nessuno presta attenzione, dove i personaggi pensano solo al rinfresco che seguirà, con parenti ed amici interessati solo ad impicciarsi dei fatti degli altri? E se il tutto fosse condito da una riflessione pungente sul matrimonio?

 

Non per nulla il sottotitolo è...“nela bona e nela cativa sort”!!

 

TRAILER DELLA COMMEDIA

 

 

 

 

Commedia dialettale in tre atti

 

N' dì tornar a Trent

di Massimo Gasperi

regia di Graziano Tomasoni

 

Dopo vent’anni vissuti a Roma, tra consueti litigi e discussioni con la moglie Cristina e con la suocera, Andrea ricco imprenditore della capitale, è in viaggio di ritorno verso la sua città natale Trento, dove deve sbrigare le pratiche di divorzio dalla moglie Cristina.

Nonostante gli eventi poco piacevoli, al ritorno verso la sua terra riaffiorano alla mente i ricordi dei tempi della sua gioventù. Alcune scene flash-back si animano sugli anni Settanta, nel periodo delle contestazioni studentesche, passati assieme agli amici Giorgio, Bruno, Claudio, Cristina e Laura.

Il tempo trascorso non ha fatto dimenticare ad Andrea la scintilla che, in quel lontano giorno, uno sguardo di Laura gli fece scattare e quanto da subito lui ne fu preso ed innamorato. Amore che però non poté mai esternare. Ecco che il suo ritorno ha quindi un secondo obiettivo, il poter ritrovare e riabbracciare la sua amata … 

 

 

Spettacolo Varietà e Divertimento

 

 

Travolgente spettacolo di varietà all'interno del quale il Gruppo Teatrale vi conduce per mano alla scoperta del divertimento attraverso sketch, musica, parodie, danza, musical, monologhi...insomma un'insalata di allegria traendo spunto dal meglio della produzione del nostro gruppo negli anni di crescita artistica dagli albori fino al giorno d'oggi. 

 

 
 

Spettacolo Varietà e Divertimento 

 

 

Omaggio alla mamma in tutte le sue dimensioni...la sua dolcezza poetica, la caparbietà attraverso il suo modo d'essere, la melodia materna, il sorriso che accoglie e coinvolge...in un viaggio divertente, che si impone per la leggerezza e spensieratezza attraverso musica, parodie, schetch, monologhi ovviamente conditi di equivoci e doppi sensi, tra battute e ammiccamenti, il tempo vola via letteralmente e lo spettatore alla fine applaude divertito e soddisfatto.

 

 

 

 

 

 

 

SPETTACOLO DI NATALE


 

Il nuovo spettacolo “Note di Vita” nasce dall’incontro di due Associazioni Culturali: Il “Coro Bianche Zime” di Rovereto e la compagnia teatrale “Prove de Teatro” di Calliano, entrambe alla ricerca di una costruttiva diversificazione nell’ambito delle rispettive attività e nel rispetto, ognuna, delle proprie peculiarità.

L'ambizioso lavoro scaturito è sicuramente da considerarsi un momento di crescita e di grande collaborazione per ogni componente dei due gruppi. É uno spettacolo confezionato per un pubblico eterogeneo, che ama la musica e le emozioni che i testi scelti dal coro sanno trasmettere, e che ama l'arte, in tutte le sue forme, dalla teatralità, alla poesia, alla danza.

Non ci si aspetti certo il classico “Recital natalizio”, facile da immaginare. Sarà uno spettacolo basato sì sulla semplicità, ma che allo stesso tempo vuole trasmettere profonde emozioni, lasciando al pubblico il compito di una personale riflessione rispetto alle situazioni proposte. Ogni spettatore potrà interpretare secondo una propria chiave di lettura, ma il fondamentale legame è che tutte conducono al messaggio finale: messaggio d'amore, di pace, di solidarietà fra le genti. 

 

TRAILER DELLO SPETTACOLO

 

Note di Vita - Brochure.pdf (962308)